PI-DAY‎ > ‎PiDay 2014‎ > ‎

Superman

Come fa Superman, con un solo salto, a superare un grattacielo?

Nulla di più semplice: l’energia si presenta sotto varie forme, si può trasferire da un corpo all’altro ed è anche capace di modificare la sua natura.  Tutto ciò è reso possibile dall’intervento di una forza, ovvero la grandezza con la quale si spiega un’interazione tra due corpi. Quando una forza compie uno spostamento, sta compiendo un lavoro. Se un corpo è in grado di compiere un lavoro, vuol dire che possiede energia.


Passiamo al nostro supereroe.

L’energia che Superman possiede è energia muscolare. Questa energia, nel momento della spinta, si trasforma in energia cinetica, per poi, man mano che il corpo si avvicina all’altezza massima possibile, diventare energia potenziale gravitazionale.

Sulla luna un uomo riesce con la stessa spinta applicata sulla terra per compiere un passo a fare un balzo. Questo accade perché sulla luna la forza di gravità è minore rispetto a quella terrestre. È proprio così che Superman, visto che su Kripton la forza di gravità è maggiore, sulla terra è capace di saltare più in alto di un grattacielo con la stessa forza che applicherebbe su Kripton per fare un passo

E= m*g*h

La formula dell’energia potenziale mette in relazione la massa, l’accelerazione gravitazionale e l’altezza.  Nel momento in cui varia l’accelerazione gravitazionale (quindi quando ci troviamo in un altro pianeta) con la stessa energia iniziale riusciamo a raggiungere un’altezza diversa.

 

Quindi Superman riesce a superare con un solo balzo un grattacielo grazie alla differente forza di gravità presente sulla terra rispetto a Kripton, in quanto la forza che usa per saltare è basata sul proprio pianeta natale.

 

 

 

Comments