Archivio‎ > ‎

Adotta un monumento


Dieci anni fa il nostro Liceo ha aderito al progetto La scuola adotta un monumento, promosso dalla Fondazione Napoli Novantanove e da una rete di città di cui Torino fa parte fin dall’inizio. L’iniziativa si è ormai estesa in tutta Italia e da qualche anno anche in molti altri Paesi europei.

La necessità di avvicinare i giovani e non solo loro ad una più ampia consapevolezza del patrimonio storico-artistico, che costituisce parte integrante dell’identità culturale della collettività, è un’esigenza ormai indiscutibile.

Anche l’Alfieri ha accettato con entusiasmo la proposta del Comune di Torino, in accordo con gli Enti preposti alla tutela dei beni stessi (le Sovrintendenze) e alla didattica (l’Ufficio scolastico Regionale per il Piemonte e gli Istituti Universitari), di “adottare” un monumento. Solo se si conosce si può comprendere e solo se si comprende si può amare.


L’adozione consiste nello studiare il monumento scelto nei suoi molteplici aspetti (storico-iconografici, urbanistico-ambientali, sociali), facendo ricerche e stendendo relazioni, e successivamente attivarsi per promuoverne la conoscenza non solo a scuola. Infatti il momento più coinvolgente e anche più divertente per i ragazzi è quello della domenica di primavera in cui si trasformano in ciceroni, guidando nella visita cittadini e turisti. 

Le classi e i docenti che negli anni hanno partecipato al progetto (
guidato e coordinato da ITER, Istituzione Torinese per una Educazione Responsabile) hanno lavorato con le seguenti finalità:
  • educare alla percezione della dimensione storico-culturale di un ambiente urbano; 
  • promuovere la conoscenza e il conseguente rispetto del proprio patrimonio storico-artistico; 
  • approfondire la conoscenza del territorio per sviluppare il senso di appartenenza ad esso e riscoprire le proprie radici; 
  • approfondire la conoscenza del mondo culturale del passato per arrivare a prendere coscienza del proprio e attuale 

e i seguenti obiettivi :
  • conoscere il patrimonio storico-artistico di Torino; 
  • “leggere” la città in alcune delle sue fasi evolutive; 
  • collocare l’opera d’arte nel contesto culturale in cui è stata prodotta; 
  • analizzare le diverse parti strutturali e il linguaggio formale di un’opera architettonica; 
  • esporre gli argomenti utilizzando un linguaggio appropriato e parametri interpretativi corretti. 

Il liceo Alfieri presenta il Borgo Medievale




Il nostro Liceo ha scelto di adottare il Borgo Medievale del Valentino perché si trova a poca distanza dalla scuola e soprattutto perché, se pur frequentatissimo dai torinesi, si è compreso da un’indagine fatta sul territorio che molti non lo conoscono veramente (alcuni pensano risalga al Medioevo!) oppure non lo apprezzano in quanto lo vedono solo come un falso. 

L’adozione pertanto si prefigge lo scopo di far capire il perché di un Borgo Medievale a Torino, di far conoscere meglio la sua storia, le sue caratteristiche, l’occasione e le finalità per cui fu progettato e realizzato.


Il video è stato realizzato per ITER e per il Liceo Alfieri su materiale fornito dall'insegnante Luigia Casati e da Vittorio Greco